Psicomotricità

motoria

La psicomotricità è un’attività che prende in considerazione il bambino nella sua globalità, tramite il gioco, il movimento e la relazione.

Il suo obiettivo principale è quello di facilitare l’unità tra motricità, emotività, sviluppo cognitivo, conoscenza e socialità. La peculiarità di questo approccio è l’ascolto e l’osservazione del bambino e il rispetto della sua identità e unicità di essere al mondo. La psicomotricità permette al bambino di esprimersi attraverso il movimento, il corpo e il gioco spontaneo, di conoscere la realtà tramite il suo corpo e di creare significative esperienze di relazioni con l’altro.

In situazioni complesse rispetto allo sviluppo, dove sono presenti dei ritardi nell’acquisizione delle diverse tappe, delle difficoltà specifiche, degli handicap, l’attività riabilitativa d’eccellenza rispetto all’età evolutiva è proprio la PSICOMOTRICITA’, infatti diviene importante strutturare un percorso riabilitativo tramite attività e tecniche psicomotorie, più idonee al mondo del bambino, alla sua modalità di scoprire e conoscere il mondo. Questo approccio, appunto lavora con il bambino in modo globale, senza lasciare fuori dall’intervento nessuno dei suoi aspetti.